numero 37 del 25 ottobre 2020

L'Ortobene 25 ottobre 202

Una intervista all’economista Giulio Sapelli che tocca, tra gli altri, il tema della cancellazione del debito ai paesi poveri riproposto dalla Papa nell’Enciclica Fratelli tutti apre il nuovo numero del settimanale diocesano.
In primo piano ancora l’ospedale San Francesco di Nuoro e il caos nella gestione dell’emergenza Covid, e la situazione del carcere di Badu ‘e Carros e della colonia penale di Mamone dopo il recente pronunciamento della Corte di Cassazione in merito allo spazio da destinare a ciascun recluso.
Il viaggio tra i Santuari in tempo di pandemia ha fatto tappa a Bitti, Siniscola e Lula dove, pur vivendo momenti di forte spiritualità, sono mancate le folle di fedeli a causa delle restrizioni sanitarie.
Nelle pagine della vita ecclesiale spazio agli incontri foraniali dedicati agli operatori pastorali e al racconto di Gonario Arru, giovane nuorese impegnato in una esperienza di volontariato con gli oblati di San Giuseppe in Perù.
Dai paesi voce a Eva Cannas e al ricordo dell’incontro con Giovanni Paolo II a Nuoro, tappa fondamentale di una vita e di un percorso di perdono e speranza. Da Dorgali il nuovo riconoscimento a Davide Fancello, architetto premiato per la sua “cabinedda” dall’istituto Nazionale di Architettura.
Nella pagina culturale, prendendo spunto dal volume del critico Frank Kermode, Giovanni Graziano Manca indaga l’influenza del libro dell’Apocalisse sul romanzo, mentre Gianluca Bardeglinu ci porta a Buddusò nel ricordo della poesia di Barore Tuccone.

© riproduzione riservata

Ultima modifica: 22/10/2020