Assemblea di Ac, il documento finale e gli eletti in Consiglio

6D5A0471

L’Azione Cattolica diocesana, riunita in occasione della XVII Assemblea diocesana elettiva (Nuoro, 16 febbraio 2020), rinnova il proprio impegno al servizio della pastorale parrocchiale e diocesana. Nella nostra Diocesi stiamo vivendo un particolare momento sociale (crisi della famiglia -  spopolamento – disoccupazione –– degrado sociale – fuga dei giovani – abbandono scolastico) che richiede da parte dei laici cristiani dell’Azione Cattolica di portare il proprio contributo per essere “cittadini degni del Vangelo” (Fil 1,27).

Situazione AC in Diocesi
Nella nostra diocesi attualmente l’associazione è composta da 22 associazioni parrocchiali, di cui 13 complete (Adulti – Giov-G.mi – Acr) per un totale di 1.810 soci. Nel triennio 2017-2020 abbiamo vissuto tanti momenti associativi importanti: scuole associative, esercizi spirituali, campi-scuola, convegni, celebrazione dei 150 anni dell’AC e la celebrazione per i 50 anni dell’Acr. In particolare, il centenario della nascita di Antonia Mesina è stato il filo conduttore del triennio e del Giubileo diocesano. Per il futuro triennio, nel solco della tradizione, l’associazione ribadisce la validità e l’importanza di queste iniziative che completano il percorso formativo scandito dagli incontri ordinari nel proprio contesto parrocchiale.

Missionarietà: una scelta rinnovata
Alla luce del cammino percorso nel passato triennio, riteniamo essenziale ribadire la centralità della scelta missionariaquale elemento caratterizzante il cammino associativo dell’Azione Cattolica in diocesi. Per questo ci impegniamo ad uno sforzo ulteriore di responsabilità, di creatività dentro e anche oltre la pastorale ordinaria. Si tratta di “abitare responsabilmente” il quotidiano senza fughe, attraverso il confronto e la lettura dei “segni dei tempi”, pronti a cogliere ciò che lo Spirito suggerisce nella storia.

DIREZIONI SU CUI VOGLIAMO PORRE L’ATTENZIONE:

- CONFERENZA ORGANIZZATIVA  per programmare un rilancio delle scelte dello Statuto Ac: la scelta formativa, la scelta democraticae la scelta religiosache traduciamo come scelta missionaria.
L’Ac diocesana prende l’impegno di organizzare una Conferenza finalizzata:
- alla valorizzazione delle associazioni parrocchiali esistenti e proporre l’ Ac nelle Parrocchie nelle quali manca;
- a riscoprire un atteggiamento di dialogoe di corresponsabilità con i nostri Pastori, così come raccomanda nel suo intervento al Convegno di Firenze del 2015 Papa Francesco: “Ricordatevi che il modo migliore per dialogare non è quello di parlare e discutere, ma quello di fare qualcosa insieme, di costruire insieme.”
- al servizio della Parrocchia (qualunque sia l’assistente……) e della Diocesi, con spirito di Comunione e gratuità;
- a offrire il proprio servizio per aiutare per progettare e attuare l’azione pastorale nelle parrocchie, in particolare: Stimolare la nascita dei Consigli Pastorali Parrocchiali dove non esistono, contribuire a potenziarli dove già operano; favorire incontri interparrocchiali.

VIVERE L’A.C.
L’AC nella storia della nostra Diocesi ha costituito un esempio di cammino di santità laicale, con alcune caratteristiche ben precise. Anche oggi, come soci di Ac, siamo chiamati a vivere pienamente queste dimensioni:

Spiritualità Coltivare la vita interiore permette a ciascuno e, di conseguenza, a tutta l’associazione, di mettere al centro l’adesione a Cristo e fare di quest’esperienza il motore che guida le nostre scelte e i nostri percorsi.

- Formazione Anche supportati dagli Orientamenti pastorali dei nostri vescovi per il prossimo quinquennio e dal Piano pastorale diocesano e parrocchiale, ribadiamo l’importanza di continuare a sostenere quella formazione organica, seria e costante che l’AC propone nei suoi cammini ordinari volti alla crescita di coscienze laicali mature dal punto di vista umano e cristiano:

Adulti:  È necessario rilanciare l’attenzione sulla formazione degli Adulti“Importante sfida pastorale” (EG 102). “Gli adulti sono in senso più pieno i destinatari del messaggio cristiano….. Nel mondo contemporaneo, pluralista e secolarizzato, la Chiesa può dare ragione della sua speranza, in proporzione alla maturità di fede degli adulti” (Documento base n.124).
Anche in riferimento a questo settore, stante la dimensione parrocchiale del servizio, si ribadisce l’importanza di iniziative formative di carattere interparrocchiale e foraniale.

Giovani e Giovanissimi Costituiscono elemento centrale per la vita dell’associazione. Occorre favorire il loro impegno nei vari ambiti di vita e valorizzare le loro potenzialità.  L’Ac prende l’impegno di continuare a sostenere l’iniziativa intrapresa nel corso del triennio da parte del gruppo fuorisede attraverso una maggiore e più organica collaborazione con la realtà diocesana. In secondo luogo, è opportuno, anche per il settore giovani, favorire la dimensione interparrocchiale e foraniale, in armonia con le scelte diocesane. Inoltre si impegna a promuovere e ad animare la pastorale giovanile diocesana.

Azione cattolica ragazzi Si rende necessario continuare a proporre il protagonismo dei Ragazzi, nel cammino di iniziazione cristiana, ricercando in misura maggiore la disponibilità di educatori adulti di riferimento e favorendo anche in questo ambito iniziative a carattere interparrocchiale e foraniale.

- Attenzione al territorio
-l’associazione si impegna a essere luogo di lettura, confronto e discussione riguardo i fenomeni ecclesiali   e sociali della nostra Chiesa locale;
-si impegna inoltre a “mettersi in rete”, costruire legami con le parrocchie vicine per rendere possibile una migliore qualità della vita associativa nel far nascere e consolidare forme di dialogo e collaborazione con le altre realtà sia ecclesiali che civili presenti sul territorio.

-Il Consiglio Diocesano
-Si impegna a stimolare percorsi formativi e di corresponsabilità laicale e scuole di formazione politica;
-Si impegna inoltre a prestare una maggiore attenzione e promuovere iniziative per la pastorale familiare. In questo senso prende l’impegno di individuare nel nuovo Consiglio Diocesano, anche mediante cooptazione, una coppia di sposi per promuovere incontri, iniziative, itinerari in collaborazione con l’Ufficio Diocesano per la pastorale familiare.
Infine l’Ac diocesana  fa suo l’invito che Papa Francesco ha rivolto alla chiesa italiana in occasione del Convegno Ecclesiale di Firenze: “Sebbene non tocchi a me dire come realizzare oggi questo sogno (una Chiesa italiana inquieta, sempre più vicina agli abbandonati, ai dimenticati, agli imperfetti), permettetemi solo di lasciarvi un’indicazione per i prossimi anni: in ogni comunità, in ogni parrocchia e istituzione, in ogni Diocesi e circoscrizione, in ogni regione, cercate di avviare, in modo sinodale, un approfondimento della Evangelii gaudium, per trarre da essa criteri pratici e per attuare le sue disposizioni”.
Nel momento in cui le difficoltà e le paure tendono a restringere lo sguardo e lo spazio, con l’aiuto dello Spirito possiamo osare rivolgere gli occhi verso un futuro possibile, mettendoci in gioco, come associati e come associazione.

Nuoro, 16 febbraio 2020

Gabriele Carzedda
Anna Gregu
Giovanni Puggioni
Francesco Sanna

  • Le immagini dell’Assemblea (foto di Aurelio Candido)

A conclusione dei lavori dell’assemblea sono risultati eletti i rappresentanti dei Settori adulti e giovani e dell’Azione cattolica ragazzi che costituiranno il nuovo Consiglio diocesano.

  • Per il Settore Adulti:

M. Dolores Cossu, parrocchia Cattedrale – Nuoro, voti 68
Anna Gregu, parrocchia S. Giovanni Battista – Fonni, voti 50
Antonio Massaiu, parrocchia S. Ignazio, Oliena, voti 50
Paolo Pirisi, parrocchia N. S. Le Grazie – Nuoro, voti 46
Daniele Dettori, parrocchia S. Caterina – Dorgali, voti 37
Pasqua Porcu, parrocchia S. Michele – Sarule, voti 34

  • Per il Settore Giovani:

Gabriele Carzedda, parrocchia S. Giorgio – Bitti, voti 54
Marco Congiu, parrocchia B.V. Assunta – Mamoiada, voti 50
Luca Cossu, parrocchia S. Caterina – Dorgali, voti 38
Eleonora Capra, parrocchia S. Cuore – Nuoro, voti 34
Davide Fadda, parrocchia S. Michele – Sarule, voti 30
Gianna Mereu, parrocchia S. Pietro – Orgosolo, voti 30

  • Per l’Azione Cattolica Ragazzi:

Francolino Ruiu, parrocchia S. Caterina – Dorgali, voti 54
Graziella Cucca, parrocchia S. Caterina – Dorgali, voti 47
Monica Marcialis, parrocchia N.S.Rosario – Nuoro, voti 46
Francesco Satta, parrocchia S. Cuore – Nuoro, voti 44
Daniela Mogoro, parrocchia S. Andrea – Orani, voti 37
Rosalba Pireddu, parrocchia S. Andrea – Orani, voti 27

Pubblicato in: Associazioni e movimenti

Argomenti: Azione cattolica diocesana Consiglio diocesano Ac Documento finale Assemblea diocesana

Publicato il: 22-02-2020